La voce del del Cuore

images[11]
“Un giorno un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli: – Perchè le persone gridano quando sono arrabbiate?- Gridano perchè perdono la calma – rispose uno di loro. – Ma perchè gridano se la persona a cui si rivolgono è vicina a loro?- disse nuovamente il pensatore. … – Gridano perchè desiderano che l’altra persona li ascolti – replicò un altro discepolo. Il maestro tornò a domandare: -Allora non è possibile parlargli a voce bassa? – Varie altre risposte furono date ma nessuna convinse il pensatore.
Allora il maestro esclamò : – Voi sapete perchè si grida contro un’altra persona quando si è arrabbiati? Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per farsi ascoltare. Quanto più arrabbiati sono, tanto più forte dovranno gridare per sentirsi l’uno con l’altro. D’altra parte che succede quando due persone sono innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. Perchè? Perchè i loro cuori sono molto vicini. La distanza tra loro è piccola. E quando l’amore è più intenso non è nemmeno necessario sussurrare, basta guardarsi. I loro cuori si intendono e si comprendono. E’ questo che accade quando due persone si amano: si avvicinano.-
Infine il pensatore concluse dicendo:  Quando voi discutete con qualcuno, non lasciate che i vostri cuori si allontanino, non dite parole che li possano distanziare di più, perchè arriverà un giorno in cui la distanza sarà troppa…”

4 thoughts on “La voce del del Cuore

  1. Ho letto questo brano tempo addietro e mi fece molto riflettere, visto la mia propensione ad irritarmi facilmente e gridare le mie ragioni. mi chiesi se quest’ultime fossero più efficaci urlate piuttosto che asserite pacatamente. La risposta fu no. Allora cosa volevo ottenere in realtà urlando? il mio ego voleva imporsi come un macigno sulle ragioni altrui, schiacciandolo. Non era confronto. Ero io sull’altro, sulle sue ragioni, che non m’interessavano punto. Molto poco intelligente e molto egocentrico. Questo brano mi è stato molto utile nell’imparare ad affrontare una discussione; d’altronde se , come si diceva addietro nei post, tutto è relativo al punto di vista e all’atteggiamento mentale, e la realtà è illusione, lo sono anche le mie ragioni…e quelle dell’altro. Confrontando si arriva alla comprensione reciproca, senza allontanare i cuori.

    • Il Buddha ere solito dire che “riconoscere i propri errori è metà Saggezza”. L’altra metà in cosa consiste, mi chiedi? “Tempo, tempo, tempo; Pazienza, pazienza, pazienza; Lavoro, lavoro, lavoro”. 😉

  2. E’ la prima volta che leggo questo racconto che mi ha fatto molto riflettere.In qualunque rapporto chiarire pacificamente è fondamentale ma non sempre ci riesce.Nella mia famiglia ho assistito a liti furibonde e a silenzi ancora più inquietanti e le parole dette in certi momenti erano pesi che soffocavano il cuore di tutti noi .E purtroppo fino a qualche tempo fa io seguivo queste dinamiche.Ma nel mio caso non era il desiderio di farmi valere a rendermi rabbiosa ma la necessità di nascondere la sofferenza attaccando per sembrare più forte,usande le parole come pugnali.Ora non ho più paura di sembrare fragile perchè è chi strepita che in realtà si sente debole.Molte volte non si riesce a tornare indietro neanche chiedendo scusa dopo un litigio ,quindi ora prendo tempo quando vorrei gridare e parlo solo quando ho nuovamente intenzioni costruttive.La vita è troppo breve e preziosa e i cuori feriti da parole taglienti si allontanano per sempre.Gibran ha scritto”Se ti nascondi nel mio cuore non sarà difficile trovarti.Ma se ti nascondi nel tuo guscio sarà del tutto inutile cercarti”Ricordiamolo come sempre grazie Aldo Giò

    • Anche io ho vissuto certe esperienze di cui parli, Giovanna. Ma col tempo ho capito, come te, che prendendo un periodo di “distanza terapeutica” le cose vengono viste con la prospettiva del Cuore. E prendono la loro giusta collocazione: più da lontano spesso si guarda una cosa, maggiori sono i dettagli e le sfumature che ci è possibile osservare. Grazie ancora 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...